.
Annunci online

orchestrateatralica progetto artistico di teatro sociale e politico
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


Profilo Facebook di Giovanni Avolio

16 luglio 2010
teatro
alcune segnalazioni di qualità per estate 2010
Siamo lieti di annunciarvi,
che è presente sul web il promo della produzione 2010,
realizzata con Groucho Teatro, Brecht a Babilonia
agli indirizzi:

http://www.grouchoteatro.it/babiloniavideo.html

e

http://www.youtube.com/watch?v=YZECiwY5qSw

Inoltre

vi segnaliamo la presenza de I Teatri de le Rùe al Festival Interferenze con dei microinterventi



per finire vi segnaliamo i laboratori della XX edizione del Festival di Montone (TE) "Tra il Sole e la Luna"
di seguito la descrizione dei due laboratori:

Laboratorio sulla voce e sul canto

con Germana Giannini

Il Canto della Vita

(La forza creatrice del canto)

3-4-5 Agosto 2010 Festival di Teatro di Strada

Tra il Sole e la Luna”_Montone (TE)

La creatività vocale è una forza viva che tocca nel profondo, che può rigenerarci e sostenerci nel percorso di trasformazione della vita.

Tramite la vibrazione della voce è possibile esplorare i confini interni del nostro corpo, percorrendo la struttura ossea e scoprendo i tanti luoghi di risonanza della voce.

Dentro a questo spazio interiore il suono e il canto possono essere vissuti come un gesto espressivo e naturale delle emozioni dell'anima.

Nel corso di questi incontri, attraverso la pratica del canto di culture diverse, il nostro corpo-voce saprà accogliere ed integrare in modo armonico i tanti timbri che caratterizzano la vocalità. Avere cura della voce e dell'ascolto vuol dire intendere il corpo come un luogo creativo, capace di scoprire o riscoprire -tramite la vibrazione- parti a lui sconosciute o rimaste a lungo silenti. Un luogo "nostro", capace di veicolare emozioni ed elaborare memorie.


Germana Giannini :

si occupa di ricerche antropologiche sull'uso della voce con la finalità di generare un contatto autentico con la dimensione del canto.
Si dedica all'insegnamento e alla dimensione performativa: Philo-Scuola Superiore di Pratiche Filosofiche (Milano), CIMES Centro Interfacoltà di musica e spettacolo, Scuola popolare di musica Ivan Illich (di cui è socia fondatrice), Teatri di Vita, Teatro Testoni-La Baracca (Bologna), La luna nel Pozzo (Ostuni), Casa Laboratorio di Cenci (Terni), Teatro dei Sassi (Matera), Tibetan Institute of Performing Arts di Dharamsala (India), Università di Szeged (Ungheria).
In collaborazione con la coreografa Monica Francia, ha condotto con continuità laboratori sul rapporto voce-danza. Partecipa ai Festival Voix des femmes di Liegi seguendo i laboratori vocali condotti dal gruppo afro-belga Zap Mama e da Equidad Bares, Brigitte Cirla, Helen Chadwik, Ida Kelarova, Nicole Casalonga.
Tra le produzioni, cantante e cooregista ne La cantata per la festa dei bambini morti di mafia di Luciano Violante.
Ha lavorato con maestri di canto di tradizione di differenti etnie (dalla Spagna, Corsica, GranBretagna, Cecoslovacchia, Ungheria, Francia e Algeria, dall’Iran e India, dal Kurdistan, Tuva, Tibet, Nepal, Zaire, Zimbawe, Burkina Fasu e Mali) indagando il rapporto esistente fra vibrazione vocale, postura fisica del cantore, immaginario emotivo.
Il personale percorso integra i diversi timbri delle tante voci del mondo nella geografia corporea: contattando le zone di risonanza del nostro strumento per eccellenza, il corpo-voce, si esplora se stessi attraverso le voci di altre culture, ritrovando il senso sacro e comune dell’umanità.
Con il canto, Germana è a fianco di Raimon Panikkar, al conservatorio di Milano nel marzo 2007, nell’evento che ha proposto il maestro candidato al Nobel per la pace.


INFORMAZIONE LABORATORIO ED ISCRIZIONE:

Il laboratorio è aperto a chiunque sia interessato a scoprire e lavorare in un percorso guidato le potenzialità espressive della propria voce.

Si svolgerà nei giorni del 3-4-5 Agosto 2010 per un totale complessivo di 14 ore di lavoro.

Il contributo per partecipare è di 70 € ,da consegnare il primo giorno del corso ai responsabili dei laboratori del Festival di Montone.

Si accettano le iscrizioni entro e non oltre il 29 Luglio 2010, telefonando o scrivendo ai numeri sottostanti:


NORDISK TEATERLABORATORIUM

ODIN TEATRET


LABORATORIO DI TEATRO CON TAGE LARSEN


4- 5 - 6 AGOSTO 2010

Festival di Teatro di Strada “Tra il Sole e La Luna” _ Montone (TE)

(14 ore totali di laboratorio, costo 80€ a partecipante)



Per iscriversi ed informazioni entro e non oltre il 29 LUGLIO 2010, contattare i seguenti numeri :

tel. 328.7274888 - 333.2777846 teatridelerue@hotmail.it – eidosarte@libero.it


Tage Larsen was born in 1949 in Randers, Denmark. He started at Odin Teatret in 1971 as a "helping hand' and soon was accepted as an actor. Tired of travelling theatre life, he took a break in 1974, but returned to the theatre a year later. He remained with Odin Teatret until 1987 when he started his own group, Yorick Teatret. In the ten years away from Odin Teatret, Tage also taught at the Nordisk Teater Skole in Århus and worked as a freelance actor with Teater La Balance and Cantabile 2. In 1997 he returned to Odin Teatret to be part of the performance Mythos. He still acts and directs performances outside Odin Teatret and gives workshops for actors all over the world. He regularly creates and directs the main local performance during Holstebro Festuge (Festive Week) and has directed Madame Bovary with Anna Lica (Denmark); The Starry Messenger with Donald Kitt (Canada); Lady Swettenham with Sabera Shaik of Masakini Theatre Company (Malaysia); Sancho Panza e non Chisciotte with Mario Barzaghi of Teatro Dell'Albero, Italy. He regularly gathers a group of Italian actors for workshops.

24 aprile 2009
teatro
Jairo Cuesta e Jim Sloviak
Ecco un'altra segnalazione che faccio con gran piacere

Dal 20 al 24 Maggio 2009

PERFORMANCE ECOLOGY XX Sessione
Tecnica personale e il lavoro dell’  attore

Progetto di Ricerca - condotto da James Slowiak e Jairo Cuesta

Costo: € 320.00 [pranzo compreso]  per info chiamare 3488197727 - 06.45477049

In questa nuova sessione di Performance Ecology, Jairo Cuesta e  James Slowiak  esploreranno “il mestiere” come "il paradigma dell'attività totale dell’ uomo -  un creare, un fare, ed un atto di contemplazione - come D.M. Dooling suggerisce,  “Craft” “Mestiere” fa riferimento all' attore-fabbricante, all’ attore- operatore, all’attore-attrezzo, all’attore ricevitore e  trasmettitore di forze di creazione molto più grande di lui o di lei".
 
I partecipanti investigheranno “il mestiere” come un modello di un complesso di rapporti con la Natura, con  il Se e con l’Altro, e anche come un comportamento dell’ essere umano, nel quale l’attore prova a costruire e a attraversare un ponte  in se stesso.  Queste atto di trasformazione permette all’ attore creatore,  all’attore che agisce, all’ attore strumento di “centrare” la sua unità essenziale.
 

Performance Ecology è una struttura che serve a sviluppare le risorse fisiche, emozionali e immaginative di  ogni attore.  Nel lavoro proposto, mentre l'esecutore lotta per la padronanza del corpo e la voce, la vitalità e la sua volontà d’ agire, è impegnato nel processo di ricordarsi, rivelarsi e compiersi.

Performance Ecology coinvolge l' addestramento creativo negli elementi di base del mestiere dell' attore:  esercizi fisici, lavoro con la voce, attenzione e percezione, precisione e flusso, vedere, ascoltare, venire a contatto, e il montaggio delle azioni fisiche.  Il lavoro con le canzoni della cultura del participante e le canzoni di altre tradizioni, gli esercizi di coordinazione, le diverse azioni, le improvvisazioni strutturate, la drammaturgia, il montaggio, e altri strumenti del lavoro dell' attore giungono al culmine nel “Rendering”, struttura performativa che  offre l' occasione ad ogni participante di impegnarsi nella dinamica della rappresentazione.

Performance Ecology è un tentativo per riscoprire l'urgenza di agire.  I partecipanti si esprimono in schemi vocali e movimenti dalle cui tensioni e composizioni di energie si rivela un unica potenza e precisione.
 
Performance Ecology è un evento performativo che incoraggia il compito di creare una cultura attiva.  È uno strumento che crea comunità mantenendo l'individualità, la creatività e la dignità culturale del partecipante.

Sotto la lunga esperienza di formazione di attori di James Slowiak e Jairo Cuesta il  lavoro in Performance Ecology cerca  di liberare nell' attore  la sua energia dormiente e i sue impulsi creativi. Slowiak e Cuesta sonno Co-direttori artistici del New World Performance Laboratory basato nelle Stati Uniti.   www.nwplab.org 

Il laboratorio e indirizato ad attori, insegnati e ricercatori teatrali interessati a nuove possibilità di esplorare la loro pratica teatrale.

New World Performance Laboratory

James Slowiak Professore d'arte drammatica all' Università di Akron OH. Dal 1983 all'89, James Slowiak é stato assistente di Jerzy Grotowski nel Programma di Ricerca sul Teatro Oggettivo all'Università di Irvine-CA ed al Workcenter di Pontedera in Italia. La collaborazione di Slowiak con Grotowski è citata nel articolo scritto nel'91 su The Drama Review e se ne discute sul libro Al lavoro con Grotowski sulle azioni fisiche di Thomas Richards edito nel `95. Slowiak ha ottenuto l'MFA in regia all'Università della California, il BA in antropologia , francese e arte drammatica al Macalester College. Ha co-fondato ed é stato direttore artistico At Random Theatre Ensemble a St. Paul Minnesota, 1977-1982. Ha diretto più di quaranta eventi teatrali, ed ha condotto numerosi workshops in Europa, Asia, e nelle Americhe. Per il NWPL Slowiak ha diretto The Ancients, Mother's Work, Epiphany 1, Veredas, The Book of Saints and Martyrs, Woyzeck, HamletMachine, Essential Demonstrations, Love in The Time of Lunatics, Ellettra, Living Dust, Winsburg,Ohio. 

Jairo Cuesta di origine colombiana, è attore e regista teatrale. Ha collaborato con Jerzy Grotowski nel Teatro delle Sorgenti e nel progetto Objective Drama dal 1976 al 1986, lavorando in Polonia, Francia, Italia, Messico, Haiti, e negli USA. Ha partecipato nei laboratori preliminari al Mahabarata a Parigi, sotto la guida di Peter Brook. È stato Artista Ospite presso l’Università di Parigi, l’Università della California-Irvine,il Colorado College, l’Eckerd College, la Case Western Reserve University e l’Università di Akron dove ha diretto “Finale di partita” di Samuel Beckett. Ha condotto numerosi laboratori sulla Performance Ecology e le tecniche dell’attore in tutto il mondo. Ha realizzato performances teatrali come attore e regista in oltre 10 nazioni.

23 aprile 2009
spettacoli
liberinarte
Dopo due mesi di assenza dal blog, anche se in colpevole ritardo, vi segnalo con piacere una rassegna organizzata con cuore, rispetto e competenza.
Per chi volesse seguire un gran bel progetto...

LIBERinARTE - ipotesi espressive in concorso

rassegna pluriartistica itinerante in Sabina - musica, teatro-danza, audiovisivo, arti figurative

Per maggiori informazioni, visitate il sito

www.mercurioinforma.org




permalink | inviato da orchestrateatralica il 23/4/2009 alle 10:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  




IL CANNOCCHIALE